Lucifero


…e se quel malessere profondo,
imperscrutabile, che ti spinge ad
allontanarti dallo specchio per puro orrore
e ti lascia il fiato corto
alla bocca
dello stomaco;
quell’estremo godimento
di emozioni negriere; l’insulso
correre di parole che celano la verità;
la lenta rovina verso un baratro
affrescato a festa da sapienti mani merdose;
la certezza di essere soli in una lotta
contro il tuo universo, persi in una pioggia d’aprile
e condannati perpetuamente dalla stessa
tua ragione crocifissa,
fumanti di rabbia infinita verso la più banale delle gioie,
verso la più troia delle letizie;
quel destino da boia troppo umano;
di libertà sospetta;
quella bonaccia caotica tanto cercata
non fosse che il male?
Satana stesso,
nascosto dietro litri di cristalli
frantumati, da ricomporre ogni giorno,
a mano a mano,
un passo oltre il peso,
in piena luce
Dio
Comandamenti e libertà
Di piangere e gridare:
"non sono solo!".
Mai più.
Sono tornato

Sabato questo, utilizzando il testo sopra riportato,scritto nel lontano 2004 da Mauro, tenteremo una novità compositiva di non poco conto visto le nostre "tradizioni".
Se tutto esce come deve questo sarà il "delirio" di Ahab.

Che Beata Diamanda e Santo Demetrio siano con noi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • We’re talking about…

  • Articoli Recenti

  • Archivi

  • Meta

  • %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: